Pulizia box doccia

Pulizia box doccia, indicazioni su come pulire box doccia incrostato 

La Pulizia del box doccia è una cosa antipatica da fare. I consigli per avere sempre un box doccia splendente

Com’è bello tornare a casa dopo una dura giornata di lavoro e potersi concedere una rigenerante doccia. Il getto potente e massaggiante di soffioni o per i più fortunati, idromassaggi e cascate con lame d’acqua a rigenerare la nostra cervicale.

E in estate, cosa c’è di meglio di una doccia fresca, per mandar via il sale ed il calore di una giornata al mare.

Il box doccia oggi sta diventando l’elemento principale del bagno, non solo dal punto di vista dell’utilizzo ma, anche nell’attenzione con cui si scelgono le finiture dei cristalli e dei profili, oltre alle aperture del box stesso ( a saloon, un lato fisso scorrevole, un lato fisso battente…). Anche gli spessori del cristallo rappresentano un elemento importante e da non sottovalutare nella scelta del box doccia ideale. I profili poi, in alluminio cromato, satinato, plastica termoindurente cromo o bianca. Si può dire che c’è sicuramente l’imbarazzo della scelta.

I gusti, le esigenze tecniche ed estetiche, i prezzi, sono certamente soddisfatti dalle giuste combinazioni tra:

  • spessore del cristallo (dai 3mm fino a gli 8mm )

  • tipologia (stampato, trasparente, bocciardato, serigrafato)

  • dimensioni dei profili

  • materiale dei profili

  • marca

Le tendenze attuali in realtà, ci parlano di linee sempre più essenziali, vetri spessi e trasparenti per esaltare le piastrelle o il mosaico di cui è composta la doccia.

Un’attenzione scrupolosa, quasi maniacale nella scelta del box giusto, ma poi, la stessa attenzione dovreste averla quando, dopo l’uso, c’è la nota dolente. Come si pulisce il box doccia?

Tutto questo chiaramente senza compromettere minimamente, né la qualità, tanto meno lo stile.

PULIZIA BOX DOCCIA COME PROCEDERE

Diciamoci la verità, così come piacevolissima è la doccia, al contrario, metterci a pulire dopo esserci adeguatamente rilassati è una cosa che odiano tutti quanti.

Esistono però delle semplici regole da seguire per mantenere al meglio il vostro box doccia di design.

Piccole accortezze da seguire su come pulire il box doccia , eliminando le macchie e prevenendo così la formazione del calcare.

Se eseguirete queste indicazioni, non dovrete più chiedervi come pulire il box doccia incrostato, perchè sarà sempre lindo e splendente.

COME PULIRE BOX DOCCIA I SUGGERIMENTI

Siccome le gocce d’acqua lasciano quei residui antipatici che rendono il vetro interamente opaco, sarà più difficile lucidarlo nel tempo:

  1. Per avere un box pulito, il primo consiglio che vi diamo è quello di asciugare il vetro subito dopo aver fatto la doccia. Sembra scontato, eppure a molti passa di mente questo importantissimo suggerimento. Per farlo, potete usare un panno in microfibra ben asciutto da passare sulla superficie o una spazzola tergivetro (più pratica e veloce) che eviterà il formarsi di macchioline d’acqua.

  2. Aiutatevi con il getto dell’acqua (soprattutto se usate il tergivetro) per eliminare eventuali schizzi e residui di sapone e shampoo. Il getto caldo dell’acqua infatti provvederà a farli sciogliere completamente.

COME PULIRE BOX DOCCIA INCROSTATO

La seconda questione che vogliamo appunto trattare, riguarda l’eliminazione del calcare residuo, incrostato del vostro box doccia. Il calcare è infatti il nemico principale della trasparenza del vostro bel box doccia. Il primo passo da compiere, è quello precedentemente esposto, cioè, l’asciugatura delle gocce non appena finito di usare la doccia.

Ma, se volessimo pulire il box doccia dal calcare residuo, esistono alcune soluzioni naturali e casalinghe che possono aiutarci.

  1. L’aceto, utile non solo per condire l’insalata, ma è noto a tutti per le sue proprietà disincrostanti e igienizzanti. Considerato un vero e proprio alleato naturale contro i depositi di calcare, è utile su tutte le superfici vetrose. Quindi è particolarmente efficace nella pulizia della doccia.

  2. Il bicarbonato di sodio, oltre a favorire la digestione, ha caratteristiche sbiancanti. Ideale ad esempio per il piatto doccia.

PULIRE BOX DOCCIA INCROSTATO OSTINATO

I metodi fin’ora descritti non sono serviti a far rivivere il vostro box doccia?

Non disperate. Nel caso il cui ci sia una presenza di calcare ostinato, vi consigliamo un metodo su come pulire box doccia incrostato sempre in modo naturale.

Seguite questa ricetta:

Mischiate insieme qualche cucchiaio di bicarbonato e dell’aceto. Cercate di creare una poltiglia da cospargere su di un panno morbido antigraffio. Strofinate sulla superficie da pulire, senza utilizzare troppa forza nello sfregamento, il bicarbonato infatti potrebbe risultare abrasivo (soprattutto sulle cromature dei profili).

Lasciate agire il composto per qualche minuto e poi risciacquate con acqua tiepida.

Una volta terminato il processo, per asciugare al meglio il vetro, è bene utilizzare un panno in microfibra per avere un effetto super lucido.

COME PULIRE BOX DOCCIA IN CRISTALLO O IN PLASTICA

Le due domande più ricorrenti sono appunto queste:

“come pulire il box doccia in cristallo?” o “come pulire il box doccia in plastica?”

La risposta è unica: in entrambi i casi, quindi sia che abbiate pareti in vetro (erroneamente detto cristallo) sia che abbiate pareti in plastica, non c’è nessuna differenza per il metodo di pulizia da utilizzare.

Sarà sufficiente prendere uno spruzzino e versare al suo interno due parti di aceto di vino bianco e una parte di acqua tiepida; una volta ottenuto il liquido, spruzzatelo sulle pareti del box doccia e strofinate con una spugna delicata. Una volta finito il processo, risciacquate le pareti con acqua tiepida e passate il tergivetro per togliere le goccioline d’acqua rimanenti.